Brexit

FAQs

Come cambia Chubb con la Brexit

Cosa sta cambiando con la Brexit?

Il nostro piano strategico per la Brexit è già operativo. Si è sviluppato attraverso diversi passaggi chiave:

Nel 2018, come previsto dal piano di preparazione alla Brexit di Chubb, sia Chubb European Group (CEG) sia ACE Europe Life (AEL) sono state convertite in Societas Europaea (SE). Una SE (Societas Europaea) è una public company registrata nel rispetto del diritto societario europeo e formata in conformità alla legge dello Stato Membro in cui essa ha la sede legale. In quanto SE, a Chubb European Group e a ACE Europe Life è concessa la facoltà di spostare la propria sede legale in un altro Paese sotto la giurisdizione europea (la Francia) e di continuare a operare sia all’interno dell’Unione Europea sia nel Regno Unito.

Dal 1° gennaio 2019, Chubb European Group SE e ACE Europe Life SE hanno spostato la propria sede centrale dal Regno Unito in Francia e operano nel Regno Unito attraverso una branch.

La nuova sede legale di Chubb European Group SE (CEG) e ACE Europe Life SE (AEL) è sita presso La Tour Carpe Diem, Place des Corolles 31, Esplanade Nord, 92400 Courbevoie, Francia.

Il nuovo numero di registrazione di Chubb European Group è 450 327 374 RCS Nanterre

Il nuovo numero di registrazione di ACE Europe Life è 497 825 539 RCS Nanterre
Le società del Gruppo Chubb, di cui Chubb European Group fa parte, manterranno gli uffici nel Regno Unito presso 100 Leadenhall Street, London EC3A 3BP.

Entrambe le società Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) operano sotto la vigilanza dell’ente regolatore francese Autorité de Contrôle Prudentiel et de Résolution (ACPR) sito presso Place de Budapest 4, CS 92459, 75436 PARIS CEDEX 09.

Grazie al nostro piano strategico, i clienti continueranno a ricevere le coperture assicurative dalla medesima entità legale, il cui capitale rimarrà invariato. Anche il livello di servizio ai clienti non subirà cambiamenti.

In particolare, per i clienti britannici questo significa certezza del contratto e della copertura assicurativa.

Le società francesi opereranno nel Regno Unito nel rispetto delle leggi del passporting fino alla Brexit, o alla scadenza di un periodo di transizione.

Successivamente e se necessario, Chubb intende richiedere l’autorizzazione a operare nel Regno Unito per le filiali delle sue società francesi.

Nel caso di un’uscita senza accordi del Regno Unito dall’Europa (“Hard Brexit”) le filiali di Chubb in UK godranno di un temporaneo regime di permesso concesso dal governo britannico. Tale regime permetterà a Chubb di operare sul mercato in conformità alle autorizzazioni ricevute.

Anche per i clienti residenti in Europa non avverrà alcuna interruzione, in quanto Chubb European Group SE e ACE Europe Life SE, avendo sede legale in Francia, beneficeranno dei diritti di passporting e potranno pertanto svolgere la loro attività  in tutti i paesi dell’Unione Europea. Ciò significa che non ci saranno complicati trasferimenti di portafoglio o cambiamenti di assicuratori.

Questi cambiamenti ci permettono di continuare a godere del rating “AA” di S&P assegnato alle principali società operative del Gruppo Chubb.

Cosa comporta questo per me?

Fin dall’inizio, il nostro principale obiettivo è stato assicurare una transizione fluida e offrire certezza e continuità del servizio a tutti i nostri clienti e partner commerciali, indipendentemente dall’ubicazione della sede legale e dal risultato finale delle negoziazioni per la Brexit.

In particolare, per i clienti britannici questo significa certezza del contratto e della copertura assicurativa. Le società francesi opereranno nel Regno Unito nel rispetto delle leggi del passporting fino alla Brexit, o in alternativa alla scadenza di un periodo di transizione. Successivamente e se necessario, Chubb intende richiedere l’autorizzazione a operare nel Regno Unito per le filiali delle sue società francesi. Nel caso di un’uscita senza accordi del Regno Unito dall’Europa (“Hard Brexit”) le filiali di Chubb in UK godranno di un temporaneo regime di permesso concesso dal governo britannico. Tale regime permetterà a Chubb di operare sul mercato in conformità alle autorizzazioni ricevute.

Anche per i clienti residenti in Europa non avverrà alcuna interruzione, in quanto Chubb European Group SE e ACE Europe Life SE, avendo sede legale in Francia, beneficeranno dei diritti di passporting e potranno pertanto svolgere la loro attività  in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Ciò significa che non ci saranno complicati trasferimenti di portafoglio o cambiamenti di assicuratori. 

Perché state intraprendendo queste azioni?

Il governo del Regno Unito ha notificato un avviso ai sensi dell'Articolo 50 a marzo 2017, che ha avviato un periodo minimo di due anni per i negoziati e la Brexit è prevista avvenire il 29 marzo 2019. Recentemente il Regno Unito e l'UE hanno concordato accordi transitori che consentiranno alle compagnie assicurative del Regno Unito di operare nei paesi dell'UE, e agli assicuratori dell'UE di continuare a operare nel Regno Unito fino alla fine del 2020. Senza tali accordi transitori, come molte compagnie assicurative e società di servizi finanziari, CEG e AEG non potrebbero più svolgere attività regolamentate all'interno dello Spazio Economico Europeo (SEE) senza ottenere le autorizzazioni SEE.

Il piano Brexit di Chubb garantirà che Chubb possa continuare a svolgere l'attività in tutti i Paesi in cui opera ora.

I clienti britannici di AEL e CEG continueranno ad avere accesso al Financial Ombudsman Service del Regno Unito ("FOS")?

Se sei un cliente britannico con diritto, puoi ancora presentare i reclami al FOS e potrai continuare a farlo dopo il trasferimento della sede legale di Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) in Francia.

Cosa cambierà dopo il trasferimento delle società in Francia e prima della Brexit?

Nessun cambiamento
I clienti con diritto di Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) potranno continuare a presentare i reclami al FOS anche dopo il trasferimento in Francia.

  • Le imprese appartenenti al settore dei servizi finanziari, operanti in ogni Paese membro dello Spazio Economico Europeo, possono operare in ogni altro stato membro attraverso il regime di passporting.
  • Dopo il trasferimento della sede legale in Francia, Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) hanno il permesso di svolgere la propria attività nel Regno Unito secondo le norme esistenti, attraverso delle branch conosciute come “In-coming branch” dello Spazio Economico Europeo.
  • I clienti britannici delle “In-coming branch” dello Spazio Economico Europeo possono presentare i reclami al FOS.

Cosa cambierà dopo la Brexit?

Nessun cambiamento

Dopo la Brexit, i clienti britannici con diritto di Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) continueranno a poter rivolgersi al FOS.

  • Se viene concordato un periodo di transizione tra Regno Unito e UE dopo la Brexit, ci aspettiamo che le norme europee esistenti siano applicabili durante questo periodo, e che i clienti britannici con diritto possano ancora presentare reclami al FOS.
  • Se non viene concordato un periodo di transizione, il governo britannico ha proposto un Regime di Permesso Temporaneo. Le vigenti norme europee continueranno a regolamentare le “Incoming Branch” dello Spazio Economico Europeo e i clienti britannici con diritto continueranno ad avere accesso al FOS.
  • Dopo la Brexit, ci aspettiamo che i clienti britannici con diritto continuino ad avere accesso al FOS per i seguenti motivi:

(a)Con l’uscita dall’Unione Europea, il Regno Unito diventerà un “Paese-terzo” rispetto all’Unione Europea e le società dello Spazio Economico Europeo non potranno più operare all’interno del Regno Unito in base al diritto di passporting. 

(b) Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) richiederanno pertanto all’Ente Regolatore britannico l’autorizzazione ad aprire delle “branch in Paese terzo”.

(c) I clienti britannici afferenti ad una “branch in Paese terzo” continueranno ad avere accesso al FOS, sia nel caso in cui ciò sia concordato tra Regno Unito e Unione Europea sia, in caso contrario, perché Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) aderiranno volontariamente al FOS per consentire a tutti i clienti britannici di beneficiarne.

I clienti britannici di AEL e CEG continueranno ad avere accesso al Financial Services Compensation Scheme del Regno Unito ("FSCS")?

Se sei un cliente con diritto del Regno Unito, godi della tutela da parte del FSCS e continuerai a beneficiarne anche dopo il trasferimento della sede legale di Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) in Francia.

 

Clienti britannici di Chubb European Group (CEG)

Clienti britannici di ACE Europe Life (AEL)

Cosa cambierà con il trasferimento in Francia della sede legale di Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL), prima della Brexit?

Nessun cambiamento
I clienti britannici con diritto di CEG mantengono l’accesso a FSCS

  • Le imprese appartenenti al settore dei servizi finanziari, operanti in tutto lo Spazio Economico Europeo, sono regolamentate dal regime di passporting per svolgere la propria attività in ogni altro stato membro.
  • Dopo il trasferimento della sede legale in Francia, Chubb European Group (CEG) ha il permesso di svolgere la propria attività nel Regno Unito secondo le norme esistenti, attraverso delle branch, conosciute come “in-coming branch” dello Spazio Economico Europeo (“EEA In-coming branch”). I clienti britannici con diritto afferenti alla “in-coming branch” dello Spazio Economico Europeo hanno accesso al FSCS.

Dopo il trasferimento della sede legale, CEG farà parte del FGAO che in seguito potrà divenire disponibile anche agli assicurati britannici che hanno stipulato polizze per rischi localizzati in Francia (ad esempio in merito ad assicurazione di veicoli immatricolati in Francia, o in relazione all’assicurazione di immobili se situati in Francia).

Nessa cambiamento
I clienti britannici con diritto di AEL mantengono l’accesso a FSCS

  • Le imprese appartenenti al settore dei servizi finanziari, operanti in tutto lo Spazio Economico Europeo, sono regolamentate dal regime di passporting per svolgere la propria attività in ogni altro stato membro.
  • Dopo il trasferimento della sede legale in Francia, ACE Europe Life (AEL) ha il permesso di svolgere la propria attività nel Regno Unito secondo le norme esistenti, attraverso delle branch, conosciute come “in-coming branch” dello Spazio Economico Europeo (“EEA In-coming branch”). I clienti britannici con diritto afferenti alla “in-coming branch” dello Spazio Economico Europeo hanno accesso al FSCS.

Dopo il trasferimento della sede legale, CEG farà parte del FGAP che in seguito potrà divenire disponibile anche agli assicurati britannici di AEL.

Cosa cambierà dopo la Brexit?

Nessun cambiamento
Prevediamo che i clienti britannici con diritto continueranno ad avere accesso al FSCS dopo la Brexit.

Dopo la Brexit, CEG intende operare nel Regno Unito attraverso una branch di “paese terzo” (“Third Country Branch”) pienamente autorizzata. Il regime FSCS sarà applicabile a tutti i clienti britannici di questa branch che ne abbiano diritto.

I clienti britannici con diritto continueranno ad avere accesso al FSCS fino a quando la branch CEG in un paese terzo ne avrà la licenza:

  • Se viene concordato un periodo transitorio tra Regno Unito e UE, CEG opererà nel Regno Unito attraverso una branch nel rispetto delle norme vigenti; nel contempo si adopererà per aprire la sua branch di “paese terzo” (“Third Country Branch”) e il regime FSCS continuerà ad essere applicato ai clienti britannici aventi diritto.
  • Nel caso di un’uscita senza accordi del Regno Unito dall’Europa (“Hard Brexit”), gli Enti Regolatori inglesi applicheranno un regime di permessi temporanei per le società dello Spazio Economico Europeo che vogliono continuare a operare nel Regno Unito dopo la Brexit, mentre le società richiedono l’autorizzazione nel Regno Unito. Poiché CEG avrà già una branch nel Regno Unito, FSCS sarà disponibile per i clienti britannici di CEG fino al termine di validità del regime di permessi temporaneo.

In qualità di società facente parte del FGAO, si prevede che il FGAO sarà disponibile per i clienti britannici di CEG che hanno stipulato polizze in relazione ai rischi localizzati in Francia (per esempio l’assicurazione auto obbligatoria per i veicoli immatricolati in Francia o l’assicurazione degli immobili se situati in Francia).

Nessun cambiamento
Prevediamo che i clienti britannici con diritto continueranno ad avere accesso al FSCS dopo la Brexit.

Dopo la Brexit, AEL intende operare nel Regno Unito attraverso una branch di “paese terzo” (“Third Country Branch”) pienamente autorizzata.
Il regime FSCS sarà applicabile a tutti i clienti britannici di questa branch che ne abbiano diritto.

I clienti britannici con diritto continueranno ad avere accesso al FSCS fino a quando la branch AEL in un paese terzo ne avrà la licenza:

  • Se viene concordato un periodo transitorio tra Regno Unito e UE, AEL opererà nel Regno Unito attraverso una branch nel rispetto delle norme vigenti; nel contempo si adopererà per aprire la sua branch di “paese terzo” (“Third Country Branch”) e il regime FSCS continuerà ad essere applicato ai clienti britannici aventi diritto.
  • Nel caso di un’uscita senza accordi del Regno Unito dall’Europa (“Hard Brexit”), gli Enti Regolatori inglesi hanno proposto un regime di permessi temporanei per le società dello Spazio Economico Europeo che vogliono continuare a operare nel Regno Unito dopo la Brexit, mentre le società richiedono l’autorizzazione nel Regno Unito. Poiché AEL avrà già una branch nel Regno Unito, FSCS sarà disponibile per i clienti britannici di AEL fino al termine di validità del regime di permessi temporaneo.

Poiché AEL entrerà a far parte di FGAP in qualità di società partecipante, si prevede che il FGAP sarà disponibile per i clienti britannici con diritto di AEL che erano abitualmente residenti in Francia nel momento in cui è stata sottoscritta la polizza. Non è chiaro, tuttavia, se il FGAP sia disponibile solo per gli assicurati che hanno stipulato una polizza prima del trasferimento della sede legale in Francia. Di conseguenza, è possibile che gli assicurati che hanno stipulato una polizza prima del suddetto trasferimento non saranno coperti dal FGAP.

Differenza tra FSCS, FGAO e FGAP

La portata del programma FGAO è significativamente meno estesa di quella del FSCS in quanto il FGAO copre solo determinate polizze assicurative generali francesi obbligatorie. Il FGAO copre soltanto l’assicurazione RC auto e l’assicurazione contro i danni agli edifici, in entrambi i casi solo se il rischio è localizzato in Francia.

Il FGAO rimborserà i sinistri in sospeso entro i limiti presenti nei termini e nelle condizioni della polizza assicurativa. Tuttavia, il FGAO rimborsa solo il 90% del sinistro, ma compenserà il 100% se i danni a persone o cose sono causati da un veicolo a motore. Inoltre, esiste un limite di compensazione globale che fissa la protezione del FGAO a 700 milioni di euro per tutti i reclamanti di tutte le società partecipanti.

I sinistri devono essere presentati entro un determinato limite di tempo ai sensi del FGAO, a differenza della FSCS in cui un sinistro può essere presentato in qualsiasi momento ma entro i termini stabiliti per legge.

La portata del programma FGAP è simile a quella FSCS e copre la maggior parte delle classi di polizze assicurative sulla vita.

Ai sensi del FGAP, a differenza del FSCS, vi sono massimali più alti rispetto alle somme che possono essere reclamate.

Ai sensi del FGAP, per le polizze vita/salute, il limite è di:

  • 70.000 euro per benefici contrattuali maturati (che non sono rimborsabili o dovuti nel momento in cui il programma è attivato).
Clienti comunitari con rischi localizzati in Francia - Continueranno ad avere accesso al Financial Ombudsman Service del Regno Unito ("FOS")?

Se sei un cliente comunitario con diritto (esclusi i clienti britannici) e la tua polizza è stata gestita e/o emessa nel Regno Unito, potrai presentare reclami al FOS per atti o omissioni da parte di Chubb European Group (CEG) o ACE Europe Life (AEL) che si sono verificati prima del trasferimento della sede legale in Francia.

In seguito al trasferimento della sede legale in Francia, in quanto cliente comunitario ora hai accesso al regime di reclami ombudsman francese anziché al FOS.

Se sei un cliente europeo la cui attività è stata amministrata e/o sottoscritta fuori dal Regno Unito, non hai diritto di presentare reclami al FOS, bensì avrai accesso a un regime locale di reclami. Questo accesso non cambia con il trasferimento in Francia della sede legale di Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL).

Clienti comunitari con rischi localizzati in Francia – Continueranno ad avere accesso al Financial Services Compensation Scheme del Regno Unito ("FSCS")?

 

Clienti di Chubb European Group (CEG) -clienti francesi e non francesi- con polizze che coprono rischi francesi (ad esempio Property o RC auto registrate in Francia)

Clienti di ACE Europe Life (AEL) che erano abitualmente residenti in Francia al momento della sottoscrizione della polizza

Cosa cambierà dopo il trasferimento in Francia prima della   Brexit? 

Cambiamento
I clienti comunitari non avranno più accesso al FSCS.

Il FGAO è disponibile per gli assicurati comunitari di Chubb European Group (CEG) -francesi e non francesi- per le polizze assicurative in cui il rischio coperto dalla polizza è localizzato in Francia ed è coperto dal programma (per esempio in relazione a veicoli assicurati immatricolati in Francia).

Il programma FGAO è significativamente meno esteso del FSCS.

Cambiamento
I clienti comunitari non avranno più accesso al FSCS.

Invece, AEL ha aderito al FGAP e si prevede che il FGAP sarà quindi disponibile per i clienti comunitari con diritto di AEL.

Cosa cambierà dopo la Brexit?

Cambiamento
I clienti comunitari non avranno più accesso al FSCS.

Dopo la Brexit, poiché CEG aderirà al FGAO, si prevede che il FGAO sarà disponibile in relazione alle polizze assicurative i cui rischi coperti sono localizzati in Francia e rientrano nel programma (per esempio i veicoli assicurati immatricolati in Francia).

Il programma FGAO è significativamente meno esteso del FSCS.

Cambiamento
I clienti comunitari non avranno più accesso al FSCS.

Dopo la Brexit, poiché AEL aderirà al FGAP, si prevede che il FGAP sarà disponibile per i clienti comunitari aventi diritto.

Differenze tra FSCS e FGAO

La portata del programma FGAO è significativamente meno estesa di quella FSCS, in quanto il FGAO copre soltanto alcune polizze obbligatorie generali francesi quando il rischio è collocato in Francia. Per i rischi sottoscritti prima del 1° luglio 2018, il FGAO è limitata solo alla copertura RC auto. Dopo il 1° luglio 2018, sono incluse anche le coperture danni agli immobili.

Il FGAO rimborserà i sinistri in sospeso entro i limiti previsti da termini e condizioni della polizza assicurativa. Tuttavia, il FGAO rimborsa solo il 90% del sinistro, ma compenserà il 100% se i danni a persone o cose sono causati da un veicolo a motore. Inoltre, esiste un limite di compensazione globale che fissa la protezione del FGAO a 700 milioni di euro per tutti i reclamanti di tutte le società partecipanti.

I sinistri devono essere presentati entro un determinato limite di tempo ai sensi del FGAO, a differenza della FSCS in cui un sinistro può essere presentato in qualsiasi momento ma entro i termini stabiliti per legge.

La portata del programma FGAP è simile a quella FSCS e copre la maggior parte delle classi di polizze assicurative sulla vita. Vi sono massimali più alti rispetto alle somme che possono essere reclamate ai sensi del FGAP a differenza del FSCS del Regno Unito.

Ai sensi del FGAP, per le polizze vita/salute, il limite è di:

  • 70.000 euro per benefici contrattuali maturati (che non sono rimborsabili o dovuti nel momento in cui il programma è attivato).
Clienti comunitari con altri rischi nello Spazio Economico Europeo – Continueranno ad avere accesso al Financial Ombudsman Service del Regno Unito (FOS)?

Se sei un cliente comunitario (esclusi i clienti britannici) la cui polizza è stata amministrata   e/o emessa nel Regno Unito, avrai accesso al regime FOS per ogni reclamo che tu volessi presentare contro Chubb European Group e ACE Europe Life in cui atti o omissioni si siano verificati prima che le suddette compagnie trasferissero la propria sede legale in Francia.

Ora che le società hanno trasferito la propria sede legale in Francia, in qualità di cliente comunitario hai accesso al regime di presentazione reclami francese anziché al FOS.

Se sei un cliente comunitario la cui attività è stata sottoscritta e/o gestita al di fuori del Regno Unito, hai accesso a un regime di presentazione reclami locale.

Clienti comunitari con altri rischi nello Spazio Economico Europeo -  Avranno ancora accesso al programma Financial Services Compensation Scheme del Regno Unito (FSCS)?
  Clienti di Chubb European Group con polizze che coprono rischi non all’interno di Francia o Regno Unito. Ad esempio una polizza che assicura una proprietà in Spagna o un’auto immatricolata in Germania

Clienti di ACE Europe Life che erano residenti abituali in uno Stato dello Spazio Economico Europeo diverso dalla Francia (o dal Regno Unito) nel momento in cui hanno stipulato la polizza

Cosa cambierà dopo il trasferimento della sede legale in Francia, prima della Brexit?

Cambiamento
L’FSCS non è più disponibile

A seconda della giurisdizione europea in cui è localizzato il rischio assicurato, potrebbe essere applicato o meno un programma locale. Per esempio, un assicurato in possesso di una polizza sulla casa che copre una casa situata in Italia non avrà diritto di presentare un sinistro sotto il programma francese, pur non esistendo in Italia un programma di compensazione equivalente.

Quando in uno Stato membro dello Spazio Economico Europeo è disponibile un programma, questo copre normalmente un numero molto limitato di tipologie di assicurazione (per esempio RC auto, infortuni sul lavoro), tuttavia alcune giurisdizioni hanno schemi di settore più ampi.

Puoi trovare ulteriori informazioni sui programmi di garanzia assicurativa nazionali disponibili nel documento redatto dall’EIOPA, the European Insurance and Occupational Pensions Authority,  dal 30 luglio 2018.

Cambiamento
L’FSCS non è più disponibile

AEL ha aderito allo FGAP come società partecipante e si prevede quindi che lo FGAP sarà disponibile per i clienti comunitari con diritto di AEL.

Cosa cambierà dopo la  Brexit?

L’FSCS non sarà più disponibile. A seconda della giurisdizione europea in cui è localizzato il rischio assicurato, potrebbe essere applicato o meno un programma locale. Per esempio, un cliente con una polizza assicurativa sulla casa che copre una casa situata in Italia, non avrà diritto di presentare un sinistro sotto il programma francese, pur non esistendo in Italia un programma di compensazione equivalente.

Per ulteriori informazioni fare riferimento al documento EIOPA

Poiché AEL ha aderito  allo FGAP come società partecipante, si prevede che lo FGAP sarà disponibile per i clienti comunitari con diritto di AEL.

La differenza tra FSCS e FGAO

La portata della copertura disponibile per i clienti di CEG dipenderà dalla giurisdizione europea in cui si colloca il rischio assicurato. È possibile consultare il documento redatto dalla Commissione Europea al seguente link: https://eiopa.europa.eu/Publications/Consultations/EIOPA-CP-18-003_Discussion_paper_on_resolution_funding%20and.pdf

 

La portata della copertura del FGAP è ampia quanto quella del FSCS e copre la maggior parte delle classi di polizze assicurative sulla vita.

Esistono tuttavia dei limiti massimi per gli importi che possono essere reclamati ai sensi del FGAP, a differenza del FSCS del Regno Unito. Nell’ambito FGAP, per polizze di vita/salute, il limite è di:

  • 70.000 euro per le prestazioni contrattuali maturate (che non sono pagabili o dovute nel momento in cui il programma è attivato).
Cosa succede se viene concordato un periodo di transizione tra Regno Unito ed Europa?

Nel marzo 2018, il Regno Unito e l’Unione Europea hanno annunciato il loro accordo per un progetto di ritiro (Withdrawal Agreement "WA") inclusivo di un periodo di transizione ("Transitional Period"), allo scopo di posticipare l’uscita del Regno Unito dall’Europa dal 29 marzo 2019 al 31 dicembre 2020. Se l’accordo di ritiro sarà ratificato prima del 29 marzo 2019, ciò permetterà a Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) di operare nel Regno Unito attraverso delle branch regolamentate dalle esistenti norme europee sul “passporting”, fino alla fine del “periodo di transizione”. Una volta terminato tale periodo, per Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) sarà necessario ottenere l’autorizzazione da parte degli enti regolatori britannici per operare nel Regno Unito attraverso una cosiddetta “branch di un paese terzo” (Third Country Branch”).

Cosa succede se si verifica l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea senza accordi (“Hard Brexit”)?

Se l’accordo di ritiro non sarà ratificato prima del 29 marzo 2019, si verificherà quella che viene chiamata “Hard Brexit” e si prevede la possibilità che Chubb European Group (CEG) e ACE Europe Life (AEL) perdano il diritto a svolgere la propria attività sulla base delle attuali norme di passporting nel Regno Unito a partire dal 29 marzo 2019.

In preparazione alla possibilità che si verifichi una Hard Brexit, il governo e gli enti regolatori assicurativi britannici stanno collaborando per implementare un regime di permessi temporaneo che permetta alle compagnie assicurative europee (come CEG e AEL) di continuare la loro attività nel Regno Unito (“Temporary Permissions Regime”). Semplificando, il regime di permessi temporaneo è un back-stop qualora Unione Europea e Regno Unito non portino a termine l’accordo di ritiro.

Il regime di permessi temporaneo darà alle società come CEG e AEL il tempo di richiedere ai regolatori britannici l’autorizzazione definitiva a svolgere la loro attività assicurativa nel Regno Unito. Durante il regime di permessi temporaneo, CEG e AEL richiederebbero infatti agli enti regolatori assicurativi britannici di poter aprire alcune branch come paese terzo.

Durante il regime di permessi temporaneo, il FSCS sarà applicato alle società con una branch nel Regno Unito. CEG e AEL richiederanno di avere una branch nel Regno Unito secondo le esistenti norme di passporting e i clienti britannici con diritto saranno coperti dal FSCS.

Che impatto avrà per me il piano Brexit di Chubb?

Perché ho ricevuto un Avviso Importante insieme ai miei documenti di polizza?

Potrebbe aver ricevuto un Avviso Importante da Chubb, da uno dei nostri partner o dal suo broker. L'Avviso Importante ha lo scopo di informarla sui nostri piani in vista della Brexit e quindi sulle probabili modifiche che subirà la forma giuridica delle nostre società. Questo sito è il posto migliore per trovare informazioni aggiornate sulla nostra pianificazione in vista della Brexit.

Non sapevo di avere una copertura assicurativa con voi.

È possibile che lei benefici di una copertura assicurativa fornita da Chubb tramite una organizzazione che ci ha scelto come fornitore. Nel caso in cui lei abbia dei dubbi sulla sua copertura, la preghiamo di contattare il suo fornitore, al quale siamo tenuti a comunicare qualunque cambiamento avvenuto.

Mi ero dimenticato di avere una copertura, cosa devo fare?

Non deve fare nulla. I nostri cambiamenti a seguito della Brexit non avranno alcun effetto sui termini e condizioni della Sua copertura o sulla durata della polizza o delle polizze in vigore.

Di quali coperture usufruisco?

Per scoprire i dettagli della sua polizza dovrà parlare con il team dedicato. Può fare riferimento alla sua polizza e chiamare il numero di telefono in essa indicato, o utilizzare i numeri di telefono di contatto pubblicati su Chubb.com

Influirà sulla mia polizza che ho con voi?

I nostri cambiamenti in vista della Brexit non avranno alcun effetto sui termini e sulle condizioni della sua copertura o sulla durata della sua polizza o polizze. I clienti continueranno a ricevere le coperture assicurative dalla medesima identità legale, il cui capitale rimarrà invariato. Anche il livello del servizio ai clienti non subirà cambiamenti.

Il mio/miei premio/i cambieranno?

I nostri cambiamenti in vista della Brexit non avranno alcun effetto sull'importo del premio/i.

Dovrò sostenere dei costi associati a questo cambiamento?

Non dovrà sostenere alcun costo come conseguenza dei nostri cambiamenti in vista della Brexit.

Cambieranno i miei termini e condizioni?

No. I nostri cambiamenti in vista della Brexit non avranno alcun effetto sui suoi termini e condizioni.

Cambierà il modo di contattarvi?

Non vi è alcuna modifica al nome del suo contatto o ai numeri di riferimento attuali. Può continuare a contattarci con le consuete modalità. Se alcuni numeri di riferimento dovessero cambiare, la informeremo in tempo utile.

Se ho un sinistro attivo, la conversione in SE avrà conseguenze sul mio sinistro?

La nostra conversione in SE non avrà alcun effetto su eventuali sinistri pendenti o futuri, in base alla sua polizza.

Avrà un impatto sui sinistri che potrei denunciare in futuro?

I nostri cambiamenti in vista della Brexit non avranno alcun effetto su eventuali sinistri pendenti o futuri in base alla sua polizza.